Navigare Facile

La Ristrutturazione Straordinaria

Le Grandi Opere

Quando si parla di ristrutturazione straordinaria si fa riferimento alle grandi opere, ossia lavori impegnativi che richiedono non solo una notevole quantità di tempo e denaro, ma che soprattutto cambiano la struttura presente originariamente.

Per questo tipo di manutenzione è necessario il nulla-osta del Comune di appartenenza, di fatto bisognerà presentare il proprio progetto edilizio ed attendere una risposta prima di iniziare i lavori, se il Comune non si pronuncia dopo 90 giorni dall'invio della domanda si verifica il cosiddetto silenzio-assenso che dà automaticamente il via ai lavori.

Vengono considerati lavori di manutenzione straordinaria la creazione di cortili o aree verdi, di servizi igienici, cambiamenti alle facciate esterne delle case, insomma tutto ciò che comporta radicali cambiamenti alle strutture, che ne modificano l'aspetto.
E' considerato un intervento di manutenzione straordinaria anche la costruzione di nuovi stabili o anche solo porzioni di questi.

Nel caso in cui i lavori risultino particolarmente costosi è possibile chiedere un mutuo presso la propria banca di fiducia, esistono infatti delle particolari agevolazioni che vengono concesse in questi casi, basterà richiedere il cosiddetto mutuo per ristrutturazione.